6. Il Caucaso e il Caspio nel Sistema internazionale*

Chair: Marco Valigi (University of Rome Tre)
Discussants: Aldo Ferrari (University of Venice Ca' Foscari) and Alessandro Colombo (University of Milan Statale)

Date: Friday 26th June 2015
Room 2 - Library

* The Panel will be held in Italian

----------------------------------------

La centralità delle regione caucasica e la sua rilevanza strategica sono note sin dall’antichità. 

Durante l’epoca sovietica l’area ha assolto alle funzioni di fascia di contenimento rispetto a eventuali minacce indirizzate verso il territorio russo e di serbatoio dal quale attingere idrocarburi e materie prime salienti. A partire dagli anni Novanta del XX secolo, però, è tornata a connotarsi per l’intreccio di interessi e politiche, determinando scenari cooperativi, competitivi e conflittuali i quali, seconda dei casi, hanno visto protagonisti, oltre agli attori locali (Azerbaigian, Armenia, Georgia, Kazakistan, Turkmenistan e Uzbekistan), grandi potenze (Stati Uniti, Russia, Cina), medie potenze (Turchia e Iran), organizzazioni di sicurezza (CSI, CSTO, GUAM, OSCE e NATO) e, infine, attori non statuali legali, come le compagnie petrolifere (IOC’s) e le Private Military Companies preposte alla tutela delle infrastrutture energetiche, oppure illegali, come le organizzazioni criminali e i gruppi terroristici.

A fronte di uno scenario così variegato in termini di issues e di soggetti politico-economici coinvolti, questo panel intende quindi approfondire le implicazioni che fenomeni politici sviluppatisi nell’area caucasica a partire dagli anni Novanta hanno avuto in termini sia di stabilità/instabilità regionale, sia eventualmente sul a livello del sistema internazionale nel suo complesso. In pericolare, sono sollecitati paper che intendano analizzare: i) i fenomeni collegati alla riorganizzazione dello spazio post-sovietico (conflitti interetnici, trasformazioni economiche e muta mententi istituzionali); ii) temi di sicurezza (sicurezza energetica; protezione marittima e terrestre delle infrastrutture di estrazione e trasporto; sicurezza delle frontiere, terrorismo e criminalità organizzata); iii) il ruolo delle organizzazioni internazionali e multilaterali; iv) le interazioni tra grandi potenze (Stati Uniti, Russia e Cina) e il ruolo della regione caucasica nelle loro strategie di politica estera; v) la proiezione internazionale degli attori locali; vi) l’influenza regionale di Iran e Turchia. 

----------------------------------------

Papers: 

Life after Kiev? The prospects for the European Neighbourhood Policy in the South Caucasus
Enrico Fassi (Catholic University of Milan) and Carlo Frappi (University of Venice “Ca' Foscari”)

The new Silk Roads: from the South East China Sea to the Caspian Sea
Alessandra Cappelletti (American University of Rome)

Insecurity complexes in Central Asia: the impact of criminals, terrorists and insurgents
Daniela Irrera (University of Catania)

Turkey and the Regional Cooperation in South Caucasus: a Security Model?
Alessia Chiriatti (University for Foreigners – Perugia)

Southern Caucasus: which space of regional security?
Michela Ceccorulli (University of Bologna)

Challenged sovereignty and international environment: the democratic transitions in the Caucasus (1991-2015)
Gabriele Natalizia (Link Campus University)

Caspian energy basin and export routes: between geopolitical competition and regional cooperation
Fabio Indeo (University of Camerino)

The Militarization of the Caspian Sea: Security Dilemma or Implicit Cooperation?
Francesco Marino and Marco Valigi (University of Rome Tre)

The Russian Federation Foreign Policy Approach in the South Caucasus
Andrea Giannotti